France 20.22
Arc Rouge en France
Bretagne vrs Normandie

Diario di bordo

Italia

Francia

Venerdì 5 Agosto 2022

S.Fermo d.B. (Co) - Lago del Moncenisio: 245km 3h

Pernottamento libero c/o il lago

Sabato 6 Agosto 2022

Lago del Moncenisio - Chambery: 2 ore 21 min (134 km) - tramite D1006

Sosta pranzo e bagno.

Plan d'Eau de Challes-les-Eaux
407-663 Av. de Chambéry, 73190 Challes-les-Eaux, Francia
Area parcheggio con vicino piccolo laghetto balneabile, servizi e bar.

Chambery - Limoise: 5 ore (325 km) - tramite D1504

Aire de camping-cars
03320 Limoise, Francia
Gratuita, C/S con colonnina a gettone
(gettoni non più reperibili nelle vicinanze)

Flag Of Brittany

Domenica 7 agosto

Limoise - Allonnes (49650 Francia): 4 ore 3 min (280 km) - tramite D925

Pausa pranzo
Allonnes (Maine e Loira) - Pointe de la Torche: 4 ore 40 min (397 km) - tramite N165

Pointe de la Torche
Protesa verso il mare, Pointe de la Torche è uno sperone roccioso, una terra selvaggia che delimita la Baia d’Audierne a Sud. Un sito ai confini del mondo, ripido ma incredibilmente bello. Lo sperone roccioso di La Torche è un luogo noto tra surfisti e appassionati di funboard. Le onde e il vento sono sempre presenti.

Parking gratuit
Pointe de la Torche, 29120 Plomeur, Francia
Parcheggio gratuito. Servizi igienici ed acqua potabile in fondo alla strada. Scuola di surf, ristorante e creperia.
Tutto mooolto wild !
Tramonti instagrammabili 🌊 🏄‍♀️ 🚌 ⛱️

Lunedì 8 agosto

Pointe de la Torche
Giornata passata in spiaggia: sole, mare, crêpes dolci e salate al caramello ... <<è caramello, non è cioccolata>> https://youtu.be/uivZrg8xEVI

Dopo 3 gg di viaggio, relax nei posti che più amiamo: natura selvaggia, nessuna rottura di scatole per parcheggiare, cani ammessi in spiaggia.

Martedì 9 agosto

Pointe de la Torche - Audierne: 50 min (43,7 km)

Audierne
Fusa dal 2016 con la città di Esquibien, Audierne disegna i contorni della sua città situata ai piedi di una collina sull'estuario del Goyen. Di fronte a lei, la vastità dell'oceano si stende, fondendosi in lontananza con l'orizzonte. Il porto peschereccio, divenuto ormai molto attivo come marina, specializzato in sardine. Per molto tempo la pesca e il commercio marittimo internazionale, in particolare con il Belgio e l'Inghilterra, sono stati l'attività principale. Dal 1900, i laboratori di merletto aprirono e sostituirono la pesca nel mezzo della crisi. Ma i pescatori non si arrendono e vanno a pescare aragoste, aragoste e granceole, ora l'economia della città è basata sul turismo. E la città non manca di risorse per questo. Una lunga spiaggia di sabbia fine a soli 1.500 metri dall'area urbana, l'Oceano Atlantico sullo sfondo e il fascino dei vicoli che scappano tra le colline... c'è tutto per ricaricare le batterie e godersi le attività nautiche in un ambiente cartolina.

Area di sosta a Audierne
Audierne
Place du général de Gaulle Parking du Stun / Accesso da D765
C/S 10€ + 2€ PER I SERVIZI

Visita della cittadina, pranzo e riposo. Poi partenza per Pointe du Raz / Pointe du Van

Audierne - Pointe du Van: 27 min (18,9 km)

Parking
Parcheggio gratuito al Pointe du Van.

Pointe du Van si trova a nord della più famosa Pointe du Raz, che da qui si vede molto bene. Tramonti ancora più stupendi.
Pointe du Van sicuramente più tranquilla e meno caotica della "sorella maggiore" Pointe du Raz.
Bagno nel pomeriggio prima di Pointe du Raz, in una piccola baia. Biscotti e souvenir alla Biscotteria prima del pargheggio di Pointe du Raz.

Plage Plogoff
2 Rte du Loc'h, 29770 Plogoff, Francia

Parking de la Pointe du Raz
Plogoff – D784
€6,5 mezza giornata, €15 con sosta notturna. Anche per bus.

Mercoledì 10 agosto

Pointe du Van - Plougastel-Daoulas: 1 ora 27 min (92,6 km)

Il calvario di Plougastel-Daoulas
Abbazia di Daoulas – Plougastel
Tra i monumenti che valgono la visita della penisola, il calvario del XVII secolo è senza dubbio il più conosciuto. Fu eretto in seguito a un’epidemia di peste che aveva colpito la regione. Quanti personaggi contate? In tutto, sono state scolpite 181 figurine nella pietra di Kersanton (granito grigio). Hanno avuto molta fortuna! Toccate dai bombardamenti del 1944, un soldato americano ebbe l’ottima idea di recuperarle e di posizionarle nel presbiterio per proteggerle. Prima che venissero completamente restaurate qualche anno più tardi!
Ispirazioni d’altri tempi
Approfittate del vostro passaggio in questa zona per visitare l’abbazia di Daoulas. L’antico monastero retto sino al XVI secolo dai canonici dell’ordine di Saint-Augustin, conserva belle testimonianze del Medioevo. In questo luogo potrete ammirare l’abbazia e il chiostro romanico del XII secolo. Oggi, l’abbazia e il suo magnifico parco accolgono esposizioni sul tema delle civiltà del mondo.
Grazie signor Frézier
Le fragole hanno fatto il successo alla regione. Ma sapevate che erano originarie dell’America del Sud? È un savoiardo chiamato Amédée-François Frézier che le scopre nel XVIII secolo e le importa in Francia. Conquistati dalle fragole, i Bretoni le adottano, le coltivano e le esportano a partire dalla fine del XIX secolo. Oggi, sono indissociabili dalla città.
Confermo quanto sopra riportato: le fragole la fanno da padrone! 🍓 🍓 🍰

Area di sosta a Plougastel Daoulas
Rue de la Fontaine Blanche, presso zona sportiva gratuita con C/S

Nota: maldestria mia a parte, ma si è completamente staccata la finestrella del bagno, prontamente riassettata da Fabrizio sotto insulti e sgardi curiosi dei vicini camperisti.
Plougastel-Daoulas - Fort du Corbeau - Brest: 29 min (21,0 km) - tramite D165 e N165

Fort du Corbeau: Fortino a picco sul mare - COMPLETAMENTE ANDATO A PEZZI!
Forse il suggerimento era decisamente DATATO 😐
Inoltre la strada è SOLO per esperti guidatori, con preghiera di non incontrare MAI nessuno in senso contrario ... oppure ... per possessori di van che quelli vanno dappertutto ... QUINDI proseguimento per Brest.

Brest è una grossa città tutta incentrata sul suo enerme porto; decisamente moderna nei nuovi quartieri a mobilità green (solo tram); ci siamo fermati per poco tempo.
Parcheggio a pagamento in città c/o Skatepark du Jardin Kennedy (no zona porto come indicato su P4N).
Brest - Phare de Saint-Mathieu: 34 min (24,9 km)

Phare de Saint-Mathieu
Questa torre, costruita nel 1835 sulle rovine di un'antica abbazia, è un importante faro della costa francese con un'autonomia teorica di 29 miglia nautiche (circa 55 km ).
Classificato come monumento storico dal 23 maggio 2011.
Le rovine dell'Abbazia sono degne di un film triller soprattutto con le luci del tramonto.

Parking
Pernottamento lungo la D85, a pochi passi dal faro.
29217 Plougonvelin

Giovedì 11 agosto

Phare de Saint-Mathieu - Phare de Pontusval: 1 ora 7 min (61,1 km) tramite D38

Parking camping car
Brignogan-Plages - 9 Rte du Phare
Parcheggio camper per la sosta notturna esterno al campeggio Camping du Phare, senza servizi.
Parcheggio gratuito per raggiungere il faro e una bella spiaggia. Cani non ammessi ma basta spostarsi un pò per eludere il divieto.
Phare de Pontusval - Dunes de Keremma 13 min (8,5 km) tramite D125

Dunes de Keremma
Le dune di Kéremma, tra la baia di Goulven e la baia di Kernic, si estendono per più di 6 chilometri. Modellate dall'azione combinata di correnti, mareggiate e venti, queste formazioni sabbiose si sono trasformate nel corso degli anni. (Wikipedia)
Sabbia bianca e mare cristallino, molto ventoso.
Cani non ammessi dal 1 giugno al 30 settembre.

Parking du Mean
Rte de Mean, 29430 Tréflez, Francia
Dunes de Keremma - Roscoff 34 min (29,5 km)

Roscoff
Questa ridente cittadina è uno dei porti più affascinanti della Francia del nord dove si respira appieno la tradizione marinara della pesca, circondato da cottage in granito e numerose ville. Bello infatti gironzolare per il porto, tipicamente bretone, fra le navi ormeggiate, le vie con le antiche case degli armatori (molte sono decorate con motivi nautici e incisioni di navi) e angoli molto suggestivi. Un’altra esperienza unica è l’asta del pesce dove si vive tutta la concitazione e il caos di questo evento quotidiano: per assistervi occorre prenotarsi presso l’ufficio del turismo. Un’ altra cosa tipica sono le cipolle rosa di Roscoff e La Fête de l’Oignon Rose (la Festa della cipolla rosa) è un evento che si tiene a metà agosto e coinvolge tutta la città con musica, balli e gastronomia.
Dopo aver girovagato per la città abbiamo parcheggiato e pernottato al parcheggio della stazione.

Parking de la gare
29680 Rue de la Petite Vitesse, 29680 Roscoff, Francia
Bagno pubblico presente (pulito)

Roscoff è una tipica cittadina di mare, abbiamo cenato al porto con fish & chips, Moules-frites e crêpes
Davvero impressionante il passaggio da alta a bassa marea.

Venerdì 12 agosto

Roscoff - Ploumanac'h: 1 ora 22 min (76,4 km)

A Ploumanac'h parte “Il sentiero dei doganieri” Ci si può fermare al parcheggio diurno fino alle 19.

Parking
Perros-Guirec - Rue du Ranolien - Chemin du Phare

"Sentier des Douaniers" fu creato nel 1791 da Napoleone per combattere il contrabbando; il Sentiero dei Doganieri si snoda per più di 1300 km lungo tutta la costa bretone, segnalato con la sigla GR34 (Grand Randonnée). Uno dei tratti più suggestivi è sicuramente quello che parte dalla spiaggia di Perros Guirrec e arriva fino a Ploumanac’h, attraversando l’incredibile Costa di granito rosa e punta Squewel.


Perros-Guirec - Plougrescant: 46 min (29,6 km) tramite D31

Alla ricerca della Maison du Gouffre!!!
La famosa casa nella roccia...strade imboscate per arrivare ad un bel parcheggio con sentiero costiero e vista sulla casa, spiaggia sassosa e mare tranquillo per un breve bagno.

Parking camping car
22820 Plougrescant, Francia
Una volta arrivati a Plougrescant, vi sono le indicazioni per la "Maison du Gouffre".
Parcheggio solo diurno.
Plougrescant - Ploubazlanec: 47 min (32,4 km) tramite D786

E qui si chiude un cerchio aperto nel 2015 quando non abbiamo visitato l'Île-de-Bréhat.

Parking
Pointe de l’ Arcouest
Route d’Embarcadère - Ploubazlanec
8 euro/24h – no c/s - servizi igienici presenti.

Sabato 13 agosto

Île-de-Bréhat
Si compone in realtà di due isole separate da uno strettissimo braccio di mare.
Un tempo rifugio di corsari e di una flotta di pescherecci che attraversava l'Oceano per pescare a Terranova e in Islanda, Bréhat è famosa per la sua costa selvaggia, frastagliata con massi di granito rosa, che si affaccia al sulla Manica e per le numerose isolette e secche affioranti che la circondano. L'isola a sud è ricca di ortensie e meravigliosi giardini. La parte a nord, molto frastagliata è quasi priva di alberi ed aperta ai venti.
Vi si accede tramite un traghetto al costo di c.a. 10 Euro a persona A/R.
⚠️ Attenzione al pontile di imbarco!!!
Se c'è la bassa marea bisogna camminare per c.a. 500/600 metri prima di potersi imbarcare... ancora un pò e la si raggiunge a piedi!
Sicuramente meritava chiudere il cerchio!
Plougrescart - Cancale: 1 ora 53 min (142 km) tramite N12 e N176

Dopo la gita sull'isola, decidiamo di andare a Cancale.
Lungo il percorso riusciamo a fare scarico acque nere e wc.
Abbiamo volutamente saltato "Fort la Latte" non sia mai che era anche questo distrutto!
Arriviamo all'area di sosta di Cancale verso le 19:00, certamente NON l'orario ottimale per trovare posto.. inoltre diversi italiani, facenti parte del gruppo del fiocco rosso, hanno occupato ben più di una piazzola a loro dedicata. 🤬🤬
Cerchiamo invano di "incastrarci" da qualche parte ma niente... carichiamo l'acqua ed usciamo... "fiocco rosso, fiocco rosso e manco mi aiuti a trovare posto" 🤬🤬🤬
Va beh, ci spostiamo più avanti e parcheggiamo lungo la strada insieme ad altri camper / furgoni / vanfaidate / macchinecontendaannessa...
La vista sulla baia è pazzesca, due fidanzati mangiano ostriche come se non ci fosse un domani (salvo dopo poco tempo "infrattarsi" nel furgone...si vede che le ostriche hanno fatto effetto!), e noi parliamo con un francese che onestamente è stato all'ufficio del turismo, ha fatto presente che l'area di sosta era completamente piena e dunque è stato "autorizzato" a pernottare dove trovava posto... (parking toléré, pas autorisé.. una roba del genere)
Un pensiero va alla nostra Missy ❤️

Area Sosta
Aire de Campingcars
Rue des Français libres – Cancale
C/S

Pargheggio
17 Rue du Champ du Loup,
35260 Cancale, Francia
Utilizzato anche per il pernottamento

Domenica 14 agosto

Oggi per la prima volta da quando siamo partiti, il cielo è plumbeo ma ancora non sta piovendo. A piedi raggiungiamo il porto di Cancale ed acquistiamo un cesto di ostriche (26 misura grande) per 15€. Pazzesco!!!
Partenza per Le Mont-Saint-Michel.

Cancale - Le Mont-Saint-Michel: 52 min (48,8 km)

Per Le Mont Saint-Michel avevo selezionato 2 aree sosta a c.a. 5 km dall'abbazia. Viene scartata la soluzione del parcheggio segnalato alla partenza del bus navetta (non ne vale la pena: è solo un parcheggio a 20€ al giorno) e pure il camping perchè non abbiamo capito come funzionava il permesso giornaliero in aggiunta alla tariffa del camping.
La scelta ricade sull'area di sosta "La Bidonnière".

Le Mont-Saint-Michel
Area sosta "La Bidonnière"
5 Rte de la Rive, 50170 Ardevon
C/S 13,50€ /24h / wi-fi / 5km da Mont-Saint-Michel.

L'area di sosta è molto carina, spaziosa, con tavoli pic-nic e vista sull'abbazia, possibile ordinare croissant e pane per il giorno successivo.
Noi acquistiamo una bottiglia di cidro demi sec che accompagna il nostro pranzo a base di ostriche. 🦪🦪🍾 (cidro)
Poi, dopo che ha smesso di piovere, raggiungiamo Le Mont Saint Michel in bici seguendo la strada principale che porta alla ciclabile, tagliando poi per i pascoli, davvero facile e comodo.
La cittadina è super-super-ultra affollata, si sale tenendo la destra e si scende a sinistra, trasportati dal flusso umano di gente di ogni nazionalità.
Non è la prima volta che visitiamo l'isola ma mentre altre località sono state volutamente escluse, Mont-Saint-Michel no!! Non esiste!!!

Flag Of Normandie Svg

Lunedì 15 agosto

Parte da qui il giro per la Normandia, verso la penisola di Cherborg.

Le Mont Saint Michel - Gouville-sur-mer: 87km 1h 12 min

Gouville-sur-mer
Piccola cittadina marina con bella spiaggia, peccato che il tempo sia coperto e certamente non l'ideale per passare una giornata in spiaggia, così dopo una breve sosta, proseguiamo verso il Castello di Pirou.

Aire de Camping Car Gouville sur mer
Plage de Gouville sur Mer
Chemin du Beau Rivage
50560 Gouville-sur-Mer (France)
C/S CC 6€
Gouville-sur-Mer - Château Pirou: 14 min (11,4 km) tramite D650

Il Castello di Pirou è uno tra i meglio conservati e più suggestivi castelli medievale della Normandia

Parcheggio
3 Le Château, 50770 Pirou, Francia

AREA SOSTA
Aire gratuite
Chemin des Matelots
50770 Pirou, France C/S 3€
Castello di Pirou - Phare de Goury: 1 ora 13 min (82,1 km) tramite D650

Verso la punta di Cap de la Hague

Parking camping-car
11 Chasse des Douanes, 50440 La Hague, Francia
Parcheggio libero per i camper con una bella vista sulla baia.

Il paesino è piccolo e semi-disabitato nonostante ben 2 ristoranti tipici, servizi igienici pubblici.
Chi non ha trovato posto nell'area di sosta ha pernottato nei pressi del municipio, in un ampio parcheggio, vicino ai servizi igienici. Penso che nessuno abbia protestato.
Prima di raggiungere questa punta estrema, abbiamo percorso una strada immersa nella nebbia fiancheggiando una grossa centrale nucleare: per questo motivo vari cartelli esprimevano sdegno ad essa. (No piscine).

Martedì 16 agosto

Phare de Goury (Cap de la Hague) - Gatteville-le-Phare: 1 ora 6 min (57,9 km) - tramite D901

Gatteville-le-Phare è il secondo faro più grande d'Europa.

Parcheggio
Parking Phare de Gatteville
Route du Phare
50760, Gatteville-le-Phare, Francia

Si parcheggia e si attraversano campi di cavoli per raggiungere il faro, tuttavia è possibile arrivare direttamente davanti al faro con il camper seguendo la strada ed ignorando il cartello di parcheggio, ma l'abbiamo scoperto dopo!
Gatteville-le-Phar - Barfleur: 2,4 km 3 min

Barfleur è una piccola stazione balneare famosa per le sue cozze.

AREA SOSTA
PARCHEGGIO CAMPER GRATUITO
Chemin de la Masse, Barfleur
no servizi – accesso diretto su piccola spiaggia – centro a 500 metri

Abbiamo sostato a Barfleur giusto il tempo di pranzare. Purtroppo il tempo piovoso ha davvero precluso l'idea della spiaggia e di un bagno in mare.


Barfleur - Sainte-Mère-Église: 35 km 32 min

Ritorno a Sainte-Mère-Église famosa per il paracadutista aggrappato al campanile e per gli ottimi dolci!

AREA SOSTA
Aire de Camping-Car
Rue Eisenhower 14
50480, Sainte-Mère-Église, Francia 18,00 €

In verità abbiamo parcheggiato con altri camper poco prima di raggiungere la piazza cittadina.
Diciamo che abbiamo trovato la cittadina moolto turistica, moolto più di quanto non fosse stata nelle nostre precedenti visite: l'enorme piazza della chiesa divisa a metà per lasciare spazio ad un parcheggio e alle bancarelle; il paracadutista che è diventato il doppio (forse prima non si vedeva bene nelle foto?); svariati negozi di souvenir; una volta si parcheggiava in fondo alla piazza, adesso l'area sosta era posizionata lontano dal centro.
Però il "nostro" negozio di dolci è rimasto uguale!!!

Parcheggio
7A Rue Division Leclerc
50480 Sainte-Mère-Église, Francia
Sainte-Mère-Église - Utah Beach: 15km 15 min

Visita della spiaggia di Utah Beach e pernottamento nel parcheggio dell'area dedicata.

Parcheggio
50480 Sainte-Marie-du-Mont, Francia
Probabilmente un tempo non era possibile sostare nemmeno di giorno con il camper, tuttavia la sbarra d'altezza non era più presente.

AREA SOSTA
CAMPING-CAR PARK area of Utah Beach
La Madeleine 50480 Sainte Marie du Mont
GPS: 49.417755° -1.18645°
500 metri dalla spiaggia dello sbarco C/S CC Wi-fi 12€ /24h 49 posti disponibili

Mercoledì 17 agosto

Nei prossimi giorni rimarremo nei "paraggi" dato che domenica mattina Fabri parteciperà alla "Omaha Beach Outdoor" mezza maratona che si corre sulla famosa spiaggia dello sbarco.
(variante dell'itineraio ipotizzato)

Utah Beach - Pointe du Hoc: 38 min (40,9 km) tramite D913, N13 e D514

Prima di raggiungere Pointe du Hoc, ci fermiamo per il carico e scarico a Grandcamp-Maisy.

Aire de camping-cars Grandcamp-Maisy
Le Moulin Odo, 14450 Grandcamp-Maisy, Francia
L'area sosta è a pagamento ma, ci dicono, un tedesco non riuscendo più ad uscire ha completamente divelto la sbarra di ingresso/uscita; così noi entriamo, carichiamo e scarichiamo alla colonnina (carico 2 €).

Pointe-du-Hoc
Durante lo sbarco in Normandia del 6 agosto 1944, i Ranger statunitensi assaltarono la scogliera, alta circa 30 metri ed estesa per circa 6 km e mezzo.
Devo dire che rispetto alla prima visita avvenuta nel lontano 2009, molto è, si può dire, peggiorato! Peggiorato nel senso che una volta i prati erano tagliati e tenuti puliti da erbacce, si poteva camminare ovunque anche entrare nei bunker. Forse per un discorso di sicurezza, ora, il percorso è un tracciato obbligato che costeggia i crateri delle bombe quasi completamente scomparsi e i resti dei bunker (ma senza entrare - aveva anche piovuto ed erano pieni d'acqua), entri da una parte ed esci dalla parte opposta.
Mah! 🤷‍♀️
Pointe du Hoc - Vierville-sur-mer: 9 min (6,8 km) - tramite D514

MA la delusione più grande è scoprire che il nostro "baracchino" dei panini a Vierville-sur-Mer NON esiste più. 😐
Al suo posto hanno piazzato un bus doppio inglese (cosa c'entra?) che dispensa burger & frites alla modica cifra di 15€ a piatto. Per carità... buoni...
Ripeto: un upgrade sul piano turistico notevole. 😬

L'Embusqué burger
Rte de Grandcamp
14710 Vierville-sur-Mer, Francia
Vierville-sur-Mer - La Cambe: 15 min (15,5 km) - tramite D30 e N13

Dopo pranzo, rivisitiamo il cimitero tedesco "La Cambe"
Qui è sepolto Michael Wittmann, che assunse fama internazionale il 13 giugno 1944, quando in appena un'ora distrusse 21 carri armati e altri 28 veicoli blindati della 7th Armoured Division britannica, presso il villaggio di Villers-Bocage. (Wikipedia)
Inspiegabilmente non funziona più la batteria dei servizi: siamo senza corrente, acqua e gas. Così ci fermiamo in un piccolo paesino e Fabri procede a smontare batteria usiliaria, ispeziona ogni tipo di fusibile, motore (del quale per altro non ci capisce granchè) fino a quando si accorge che, innarvertitamente, qualcuno ha staccato la batteria dei servizi girando la manovella di sicurezza posta di fianco al sedile davanti ... (ma ti pare che debbano mettere lì una cosa così importante che uno con un piede mentre sale sul camper la può prendere dentro?' sarà stato il cane che non sta mai fermo!) Poco male, aggiustato il guasto, si riparte! Direzione spiaggia e mare per fare il bagno.




La Cambe - Longues-sur-mer: 43 min (33,3 km) tramite N13 e D514

A Longues-sur-Mer è ancora visibile la Longues-sur-Mer battery
La batteria Longues-sur-Mer (in tedesco: Marineküstenbatterie (MKB) era una batteria di artiglieria tedesca della seconda guerra mondiale. La batteria era situata su una scogliera di 60m a picco sul mare e faceva parte delle fortificazioni costiere del Vallo Atlantico tedesco. Si trovava tra le spiagge dello sbarco alleato di Gold e Omaha e bombardò entrambe le spiagge il D-Day (6 giugno 1944). La batteria fu catturata il 7 giugno e non giocò più alcun ruolo nella campagna di Normandia. La batteria è l'unica in Normandia a conservare tutti i suoi cannoni originali in situ. È stato classificato monumento storico nell'ottobre 2001 e si trova in buono stato di conservazione. (Wikipedia)
Dopo i resti del bunker, una strada scende dalla scogliera e conduce ad una piccola ma carina spiaggia sassosa dove abbiamo potuto fare il bagno.

Parcheggio
39 Rue de la Mer, 14400 Longues-sur-Mer, Francia
Parcheggio gratuito per la visita della batteria e per raggiungere la spiaggia. Non è possibile la sosta notturna anche se un olandese ha detto che non c'erano problemi a pernottare lì. Tuttavia, per non saper nè leggere nè scrivere, verso le 21 ci siamo spostati nel parcheggio della chiesa in compagnia di altri camper.

Parcheggio
c/o Église Saint-Laurent
Rte d'Arromanches, 14400 Longues-sur-Mer, Francia

Giovedì 18 agosto

Longues-sur-mer - SuperU (Port-en-Bessin): 7 min (4,8 km) - tramite D514

Scarico/carico con colonnina (2€) al SuperU

SupeU - Arromanche-les-Bains: 17 min (11,5 km) - tramite D514

Area sosta
Aire du Camping Car
D514, 14117 Arromanches-les-Bains, Francia
C/S con colonnina (2€) - 10€/24h

Parcheggiamo il camper e scendiamo sulla spiaggia di Arromanches.
Lavori di miglioramento e nuovi monumenti a testimonianza della tragedia avvenuta.
Arromanches è rimasta sempre nei nostri ricordi.
Arromanches-les-Bains - Juno Beach (Courseulles-sur-Mer): 19 min (13,3 km) - tramite D514

Aire de camping-car
48 Av. de la Combattante, 14470 Courseulles-sur-Mer, Francia
Parcheggio gratuito / no servizi / di fianco al minigolf / vicino alla spiaggia.

A Juno Beach sbarcò la divisione canadese. Memoriale visitabile.

JUNO BEACH CENTRE
14470 Graye-sur-Mer, Francia
Difficoltà di parcheggio per i camper.

Pomeriggio in spiaggia, cena e pernottamento nell'area di sosta. Minigolf purtroppo chiuso dopo le ore 18:00; ci consoliamo con crêpes, gelato e una quantità industriale di churros.

Venerdì 19 agosto

Courseulles-sur-Mer - Ouistream: 21 km

Ouistream
Ouistreham si caratterizza per la diversità dei suoi quartieri... Prima il suo borgo medievale, poi il porto e la sua vita marinara, infine la spiaggia di Riva Bella, cuore della località balneare e sulla rotta delle spiagge dello sbarco in Normandia Alleato nel giugno 44. Porto di collegamento attraverso il canale per Portsmouth.
Facciamo un giro sulla spiaggia, un giro per il mercato rionale, un giro in un grande magazzino (siamo rimasti senza calzini e mutande), un giro per la via principale.

Parcheggio
Parcheggio a pagamento (caro)
104 Av. de la Mer, 14150 Ouistreham, Francia

AREA SOSTA
Aire de camping-car Ouistreham
Boulevard maritime, 14150 Ouistreham, Francia
Non aveva un bell'aspetto!!!
Ouistreham - Merville-FRANCEVILLE-PLAGE: 14km 16 min

Pegasus Bridge
Pegasus fu il nome in codice dato ad un ponte ribaltabile sul fiume Orne, vicino alla città di Ouistreham. Il ponte era uno dei principali obiettivi della 6ª Divisione aviotrasportata britannica, che atterrò con alcuni alianti nelle sue vicinanze durante lo sbarco in Normandia, nella notte fra il 5 e il 6 giugno 1944. Da allora il ponte ha preso permanentemente il nome Pegasus Bridge (Ponte Pegasus), a memoria dell'operazione. Lo scopo primario della cattura del Pegasus Bridge era quella di rendere sicuro il fianco orientale dello scenario operativo, prevenendo un contrattacco che avrebbe spazzato via l'intera forza di invasione. L'assalto iniziale venne eseguito da 181 soldati con 6 alianti Horsa, capitanati dal maggiore John Howard. Essi atterrarono a una cinquantina di metri dal ponte, 16 minuti dopo la mezzanotte del 6 giugno. Le poche guardie tedesche che sorvegliavano la struttura, nonostante la vicinanza, non udirono gli alianti atterrare e furono così messe fuori combattimento dopo un conflitto a fuoco durato una decina di minuti, facendo del ponte il primo obiettivo catturato durante il D-Day. Fra i militari rimasti uccisi nell'operazione ci fu il tenente Den Brotheridge, che fu la prima vittima alleata del D-Day. (Wikipedia)

PEGASUS MEMORIAL MUSEUM
1 Avenue du Major Howard - 14860 RANVILLE

Parcheggio libero lungo la strada, pranzo e visita del museo. Ingresso consentito ai cani.


E qui, torniamo indietro a Saint-Laurent-sur-mer: essendo domenica la gara, dobbiamo sopravisionare la località per la logistica.

Merville-FRANCEVILLE-PLAGE - Saint-Laurent-sur-mer: c.a. 70 km.

Prima passiamo alla Lidl per la spesa, ad Arromanches per fare carico e scarico ed infine raggiungiamo Saint-Laurent.
Attirati da un cartello "Aire de Camping-car ICI" ci fermiamo per il pernottamento.
Si tratta di un grande prato pianeggiante suddiviso a piazzole facente parte di una casa: i proprietari la stanno ristrutturando e mettono a disposizione (a pagamento, ci mancherebbe) il loro terreno per sostare.
Mi dispiace, ma ho messo una recensione negativa su P4N: 8€ per dormire in un prato senza nessun servizio non mi sembra proprio onesto considerando che dall'altra parte della strada è segnalato (male) un'area di pernottamento per i camper. Per 2€ - che abbiamo pagato - ci hanno detto che potevamo fare il carico dell'acqua, peccato che i proprietari fino a tarda mattinata non erano presenti e il rubinetto dell'acqua era chiuso. Sicuramente tra qualche anno sarà molto bello sostare lì, non ora! Inoltre alla sera teniamo un'accesa discussione perchè:
  • i ragazzi continuano a insistere per tornare a casa
  • fino a domenica siamo "confinati" a Omaha Beach per via della corsa
  • non riuscirò a vedere le scogliere di Étretat nè il resto della pianificazione del viaggio
Forse per questo mi sono così accanita contro l'area di sosta??

Area sosta
8 Rte de Port en Bessin, 14710 Saint-Laurent-sur-Mer, Francia
no servizi

Parcheggio
Parcheggio gratuito segnalato per la sosta notturna
PARKING de l'Église
7 Rue de l'Église, 14710 Saint-Laurent-sur-Mer, Francia
no servizi - si raccolta differenziata

Sabato 20 agosto

Dopo aver cercato invano di caricare l'acqua, ripartiamo per la visita del Normandy American Cemetery & Memorial

Saint-Laurent-sur-mer - Normandy American Cemetery & Memorial: 6 min (3,5 km) - tramite D514

Normandy American Cemetery & Memorial
Rte du Cimetiere Americain, 14710 Colleville-sur-Mer, Francia
Ritorno a Saint-Laurent-sur-mer con carico e scarico c/o una stazione di servizio con gettone in vendita al distributore.
Però questa volta ci posizioniamo con il camper lungomare dalla parte verso Vierville-sur-Mer.

Parcheggio
Parcheggio a bordo strada
160 Bd de Cauvigny, 14710 Vierville-sur-Mer, Francia

Prima di visitare il Cinitero Americano abbiamo fatto un sopralluogo e capito che si poteva tranquillamente sostare (e pernottare) lungo la strada con vista diretta sul mare.

Pranzo al D-DAY House, fish & chips, calamari e crêpes... una lentezza infinita ma non piove e ci godiamo la giornata all'aperto.
La giornata prosegue con il ritiro del pettorale, riposo in spiaggia, passeggiata serale.

Domenica 21 agosto

Finalmente arriva il giorno della gara!
Tutto bene! Fabri si diverte e "la porta a casa".
I ragazzi sono contenti perchè finalmente torneranno a casa, ma ancora non sanno che prima faremo tappa a Étretat; abbiamo studiato e ristudiato la mappa: con una deviazione di c.a. 100 km sulla rotta di casa, possiamo andare a vedere ste ..XX.. di scogliere!
E viaaaa...
Saint-Laurent-sur-mer - Étretat: 180 km c.a.

Ovviamente arriviamo nell'orario peggiore per trovare posto. NIENTE. Non c'è un parcheggio nemmeno a pagarlo, ma non solo per il nostro mansardato... si aggirano tutti con fare disperato!
Noi alla fine parcheggiamo in divieto di sosta (ma in buona compagnia) lungo una strada in forte salita.

Parcheggio
Parcheggio abusivo lungo la Chemin de Saint-Clair, 76790 Étretat, Francia

Étretat deve il suo successo alle sue famose scogliere (e alla serie di Netflix Lupin, nonchè alle innumerevoli foto e ricordi di altri camperisti viaggiatori).
Che cosa devo raccontare??
Che sicuramente vale tutto quanto letto/sentito/documentato ma troppo poco il tempo a disposizione per esprimere un giudizio completo.
E che dire dell'accoglienza riservata ai camperisti?? Inesistente!
Una località così gettonata e con così pochi posti a disposizione? Ovunque divieti di sosta... sbarre altezza...
Ma non lo sanno che i camperisti poi comprano nei locali e mangiano nei ristoranti del luogo??
NB: accesso alla spiaggia vietato (con tanto di guardie) ai cani.
Étretat - Saint-Romain-de-Colbosc: 32 min (26,9 km) tramite D39

AREA DI SOSTA
Aire de camping cars
Parc Eco Normandie, 76430 Saint-Romain-de-Colbosc, Francia

Carico / scarico / allacciamento alla corrente tutto completamente gratuito. Pochi posti disponibili. (quando arriviamo noi è difatti piena ma lo stesso ci fanno posizionare nell'area destinata alla manovra dei mezzi netturbini)

Francia

Svizzera

Italia

Lunedì 22 agosto

Per il ritorno, decidiamo di passare dalla Svizzera che risulta la strada più breve, avendo il bollino autostradale.
Prima però visitiamo l'Abbazia di Jumièges.

Saint-Romain-de-Colbosc - Abbazia di Jumièges: 52 min (47,4 km)

Visita della Abbazia di Jumièges.
Abbaye de Jumièges
L'Abbazia di Jumièges è uno dei più antichi e importanti monasteri benedettini della Normandia. Le sue torri bianche, che si ergono per quasi 50 metri in fondo a un'ansa della Senna, creano sempre la sorpresa e l'ammirazione del visitatore. La sua distruzione nel XIX secolo le valse il nome di "la rovina più bella di Francia" e l'immagine di un luogo a cielo aperto fortemente segnato dal romanticismo.

Abbazia di Jumièges
24 Rue Guillaume le Conquérant - 76480 Jumièges

AREA SOSTA
Air de camping-car
788 Rue Alphonse Callais, 76480 Jumièges, Francia
Gratuita con C/S con colonnina
Tranquilla, molto carina e molto carina la zona nei dintorni di Rouen. L'abbazia merita sicuramente una visita
Abbazia di Jumièges - Corgirnon: 460km c.a.

Il navigatore è impostato su "evita pedaggi" per questo motivo, una volta raggiunta la città di Rouen, bisogna attraversarla tutta e seguire le indicazioni per Pontoise-Cergy che porteranno ad arrivare (ed in seguito attraversare) Parigi senza percorrere l'autostrada a pagamento. La D014 / D14 è una carreggiata che ci ha portato in terre immense, cieli dipinti tanto da sembrare finti, un paesaggio armonioso che distende l'anima.

AREA SOSTA
Aire De Campig-car
5 Rue de la Belle Fontaine, 52500 Champsevraine, Francia
C/S CC 7€ a notte (passa messo comunale a riscuotere ed attivare la colonnina di corrente)
Essendo arrivati dopo le 20:00, il messo comunale è già passato per cui non possiamo usufruire della corrente.

Martedì 23 agosto

Corgirnon - Chavannes-sur-l'Étang: 1 ora 52 min (141 km) - tramite N19

Di buon mattino, ripartiamo verso casa.
Questa è una strada che abbiamo percorso più volte, tuttavia ci stupiamo di come sia diventata molto più scorrevole con la presenza di tratti in superstrada ed evitando praticamente tutti i centri cittadini più grossi (Vesoul, Lure, Belfort). A Belfort si seguono le indicazioni per Altkirk, e poi per Basilea (Bale); in questo modo si evita completamente l'autostrada e si arriva alla dogana svizzera di Basilea, inoltre abbiamo la possibilità di fermarci per pranzo alla "nostra" area di sosta "La Porte D'alsace"

AREA SOSTA
Aire d'accueil De La Porte D'alsace
37 Rue d'Alsace, 68210 Chavannes-sur-l'Étang, Francia
C/S 8€ solo per sosta notturna.
Lontana dai fasti del passato, conserva ancora i suoi bei tavoli da pic-nic e la pâtisserie/boulangerie accanto.
Un nido di cicogna completa il quadro.
Chavannes-sur-l'Étang - San Fermo della Battaglia: 4 ore 52 min (345 km) - tramite A2

Arriviamo a casa verso le 18:30 giusto in tempo per preparare la cena.

Au revoir France

À bientôt ❤️